EVIDENZE EPIDEMIOLOGICHE DEGLI EFFETTI SULLA SALUTE DELLE RADIAZIONI NON IONIZZANTI AD ALTA FREQUENZA


prof. ANGELO GINO LEVIS

Già Professore Ordinario di Mutagenesi Ambientale presso l’Università di Padova, Membro della Commissione Oncologica Nazionale, membro IARC (International Agency for Research on Cancer), fondatore ICEMS (International Commission for the Electro-Magnetic Safety). 

SECONDO LE LINEE GUIDA OMS (IRPA,1984;ICNIRP, 1996/98),C.E. (RACCOMANDAZ. 519/99) E “5 saggi” IT. (2003)
· L’UNICO EFFETTO ACCERTATO DEI C.E.M. SULL’UOMO E’ L’EFFETTO TERMICO
· C’È POSSIBILITÀ DI EFFETTI ACUTI, DANNOSI ALLA SALUTE, SE IL RISCALDAMENTO DEI TESSUTI  SUPERA 1° C;
· CIÒ SI VERIFICA SE LA QUANTITÀ DI ENERGIA EM (S.A.R., cioè la quantità specifica di energia assorbita)
SUPERA 1- 4 WATT/KG PER 30’ SU UN ADULTO A RIPOSO;
· INTRODUCENDO UN FATTORE DI RIDUZIONE = 10 PER LE ESPOSIZIONI LAVORATIVE, SI OTTIENE 0,4 W/KG;
· INTRODUCENDO UN ULTERIORE FATTORE DI RIDUZIONE = 5 PER LE ESPOSIZIONI NON LAVORATIVE, SI OTTIENE 0,08 W/KG;

SE SI ADOTTANO LE LINEE GUIDA ICNIRP / OMS / C.E.:

NESSUN VALORE DI CAUTELA PER ESPOSIZIONI PROLUNGATE E “SOGGETTI SENSIBILI“;

· NON SI APPLICA IL PRINCIPIO DI PRECAUZIONE;
· NON SI TIENE CONTO DI:
EFFETTI ACUTI ( BIOLOGICI E SANITARI) DOVUTI A MECCANISMI D’AZIONE NON TERMICI
EFFETTI BIOLOGICI E SANITARI A LUNGO TERMINE

CLICK HERE FOR THE PDF DOWLOAD 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...